Paura. Le imprese del petrolio offshore scrivono al ministero: settore azzerato

e-gazette.it – 16 marzo 2020

Attualmente le aziende ROCA danno lavoro a circa 6.000 persone, di cui il 44% assunte all’estero

C’è allarme tra le imprese del distretto di Ravenna operanti nel settore offshore, preoccupate dell’attuale contesto a causa di Pitesai, lo strumento normativo che definisce il quadro di riferimento per la programmazione delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi nei mari italiani, del crollo del prezzo del petrolio e ora dal coronavirus.

Leggi l’articolo qui

FONTE: e-gazette.it

Cmc: sul concordato filtra ottimismo
Ieri l’adunanza, ora parola alle banche

Corriere Romagna Ravenna – 12 marzo 2020

In Assise i creditori hanno ascoltato la relazione e votato sul piano Società asiatica chiede 63 milioni.

Si è aperta ieri l’udienza per l’analisi del piano di concordato del colosso cooperativo e si è tenuta, come annunciato

Leggi l’articolo qui

FONTE: corriereromagna.it/ravenna

Sindacati: «Ressa verso gli ammortizzatori»

Carlino Ravenna – 12 marzo 2020

Serve la copertura per 850 lavoratori.
Al momento è stata richiesta la copertura del Fondo integrazione salariale per circa 850 lavoratrici e lavoratori dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole della provincia.

Leggi l’articolo qui

FONTE: ilrestodelcarlino.it/ravenna

Gas, sbloccare l’Adriatico per ridare fiducia

portoravennanews – 11 marzo 2020

ROCA, l’Associazione che raggruppa le imprese del distretto di Ravenna operanti nel settore offshore, è preoccupata dell’attuale contesto così deprimente e depresso come quello attuale a causa di Pitesai, coronavirus e crollo del prezzo del petrolio..

Leggi l’articolo qui

FONTE: e-gazette.it

Emergenza Settore Offshore tra crollo del prezzo del petrolio, Pitesai e Coronavirus

ravennanotizie.it – 11 marzo 2020

ROCA, l’Associazione che raggruppa le imprese del distretto di Ravenna operanti nel settore offshore è preoccupata per l’attuale fase delicatissima dovuta a Pitesai, Coronavirus e crollo del prezzo del petrolio.
Dopo il crollo del prezzo del petrolio del 9 marzo ROCA ha scritto una lettera a Stefano Patuanelli Ministro delle Risorse Economiche, ai Direttori Generali del MISE Rosaria Fausta Romano e Gilberto Dialuce e per competenza a Stefano Bonaccini Presidente Regione Emilia e Romagna ed al Sindaco di Ravenna Michele de Pascale.

Leggi l’articolo qui

FONTE: RavennaNotizie.it

Paura. Le imprese del petrolio offshore scrivono al ministero: settore azzerato

quotidianoenergia.it – 11 marzo 2020

L’associazione “preoccupata” per gli effetti di Pitesai, coronavirus e prezzo del petrolio invia una lettera a Patuanelli e Bonaccini.
Le decisioni sul Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee (Pitesai), l’emergenza Coronavirus e il crollo del prezzo del petrolio.

Leggi l’articolo qui

FONTE: quotidianoenergia.it/

Offshore Ravenna, nuovo appello disperato del Roca a Patuanelli

Staffetta Quotidiana – 11 marzo 2020

Piove sul bagnato: è questo il senso della lettera scritta ieri dal Roca, l’associazione che raggruppa le imprese del distretto di Ravenna operanti nel settore offshore,…

Leggi l’articolo qui

FONTE: staffettaonline.com

CORONAVIRUS: ROCA, SBLOCCO OFFSHORE ADRIATICO DAREBBE FIDUCIA

AGI – 11 marzo 2020

Non solo i problemi causati dal coronavirus – che provocano difficoltà nella partenza dei tecnici italiani verso Paesi in cui hanno commesse – ma anche l’impossibilita’ di partecipare a fiere e fare incontri di business. Un ulteriore mazzata per il settore off shore, dopo il crollo del prezzo del petrolio del 9 marzo scorso.

Leggi l’articolo qui

FONTE: agi.it

Intervista con Franco Nanni, presidente dell’Associazione dei contrattisti offshore di Ravenna (ROCA)

rimininews24.it – 6 marzo 2020

“L’Adriatico ha ancora molte riserve di gas che potrebbero essere sfruttate con consistenti investimenti”
A colloquio il presidente dell’Associazione dei contrattisti offshore di Ravenna (ROCA), Franco Nanni.
La prossima settimana inizierà OMC. Qual è il tema principale di OMC 2019?

Leggi l’articolo qui

FONTE: rimininews24.it

La rivolta dell’alto Adriatico contro lo stop alle trivelle Tremila i posti a rischio

LaRepubblica.it – 28 febbraio 2020

RAVENNA — La nota di protesta è partita dalla Farnesina a metà gennaio, destinatario lo Stato turco: le corvette avevano minacciato una nave della Saipem in un’area di mare assegnata dal governo greco-cipriota per le trivellazioni. Il cascame della perenne lite territoriale tra Atene e Ankara.

Leggi l’articolo qui

FONTE: repubblica.it

Trivelle, De Pascale: “E’ una vergogna. Nessun ministro dello sviluppo ci riceve”

ravennatoday.it – 25 febbraio 2020

Atti presentati da Michele Casadio di Italia Viva, Chiara Francesconi del Partito repubblicano, Lorenzo Margotti del Partito democratico e, dai banchi della minoranza, Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna.

Leggi l’articolo qui

FONTE: ravennatoday.it

Coronavirus, salta REM. Marcegaglia misura la febbre ai dipendenti

portoravennanews.com- 25 febbraio 2020

Mingozzi (TCR): “Mese di febbraio migliore rispetto allo scorso anno. Siamo molto preoccupati per i prossimi mesi. Se l’economia si ferma ulteriormente, ne risentiremo anche noi”…

Leggi l’articolo qui

FONTE: portoravennanews.com

Stop trivelle, Ravenna presenta i danni al Mise

Sole24Ore – 25 febbraio 2020

Un documento ufficiale per chiedere lo stato di crisi per il distretto dell’offshore nell’Alto Adriatico, con l’obiettivo però non di ammainare la bandiera sul più importante sito dell’oil&gas tricolore, ma di aprire un confronto nazionale, supportato da numeri e analisi tecniche, sul ruolo del gas per la transizione energetica del Paese e la necessità di rilanciare la relativa filiera made in Italy: è l’atto su cui da ieri pomeriggio sta lavorando il prefetto di Ravenna, Enrico Caterino, dopo l’incontro …

Leggi l’articolo qui

FONTE: ilsole24ore.com

Stop alle estrazioni, la Lega: “A chi giova affossare un settore trainante per la città?”

ravennatoday.it – 29 ottobre 2019

Stop alle estrazioni, la Lega: “A chi giova affossare un settore trainante per la città?”

Inutile girarci intorno. La domanda è se il premier Giuseppe Conte abbia il polso della situazione economica del Paese e conosca esigenze e peculiarità dei territori e, in questo caso, per quali motivi avalli decisioni come il blocco dello sfruttamento dei giacimenti di gas metano in Adriatico”. E’ quanto afferma Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, in seguito alla visita di Conte al distretto Eni di Ravenna.“

Leggi l’articolo qui

FONTE: ravennatoday.it

Dalle onde del mare nasce la ‘culla dell’energia’, Conte: “Economia ed ecologia devono dialogare”

ravennatoday.it – 28 ottobre 2019

E’ stato firmato lunedì a Ravenna un accordo che pone le basi per la costituzione di una società per lo sviluppo e realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da moto ondoso.

Alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, gli Amministratori Delegati di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo, Fincantieri, Giuseppe Bono, Terna, Luigi Ferraris ed Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato lunedì a Ravenna un accordo che pone le basi per la costituzione di una società per lo sviluppo e realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da moto ondoso.

Leggi l’articolo qui

FONTE: ravennatoday.it

Conte a Ravenna da Eni: “Energia da moto ondoso, progetto innovativo”

ilrestodelcarlino.it – 28 ottobre 2019

La visita del premier: “Queste idee possono costituire un nuovo modello di politica industriale”. Descalzi: “Dal 2021 elettricità dal mare nelle piccole isole” .
È il giorno del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Nel pomeriggio, è stato a Marina di Ravenna per la presentazione del progetto Eni Inertial Sea Energy Converter o ISWEC, per la produzione di energia dal moto ondoso (foto). L’impianto, presentato nel marzo scorso durante Omc, è attualmente in funzione nei pressi di una delle piattaforme di Porto Corsini

Leggi l’articolo qui

FONTE: ilrestodelcarlino.it

Franco Nanni (Roca): delusione per il discorso di Conte da parte degli imprenditori del settore

RavennaNotizie.it – 29 Ottobre 2019

““Il Presidente del Consiglio nel discorso inaugurale del Progetto ISWEC, progetto che prevede di ricavare energia dalla forza delle onde, ha deluso le aspettative di ROCA. – si legge in una nota del Presidente del ROCA Ravenna Offshore Contractors Association Franco Nanni ….

Leggi l’articolo qui

FONTE: ravennanotizie.it

Gardin (Lega): “trivelle, forti preoccupazioni per il distretto offshore di Ravenna, cosa racconta ora il Pd?”

RavennaNotizie.it – 10 Settembre 2019

“Dopo le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mi chiedo con quali soluzioni e false promesse si presenteranno il Sindaco Michele de Pascale e l’onorevole Pagani, nonché il consigliere Regionale del PD Gianni Bessi.” Queste sono le domande che si pone il capogruppo Lega….

Leggi l’articolo qui

ROCA replica alle dichiarazioni del Premier Conte: “Sempre più preoccupati per il settore energetico ravennate”

Ravenna24Ore – 10 Settembre 2019

“Avevamo espresso le nostre preoccupazioni pochi giorni fa – sottolinea in una nota il presidente del Roca (Ravenna Offshore contractor association), Franco Nanni –. Ora le parole del premier Conte sulla volontà di fermare le nuove concessioni estrattive ci confermano che le nostre aziende saranno sempre più in difficoltà”.

Leggi l’articolo qui

Trivelle, Gardin (Lega): “Forti preoccupazioni. Adesso il PD cosa dice ?”

Ravenna Web Tv – 10 Settembre 2019

“Dopo le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mi chiedo con quali soluzioni e false promesse si presenteranno il Sindaco Michele De Pascale e l’onorevole Pagani,….

Leggi l’articolo qui

Calano i dipendenti, si lavora all’estero. Il mondo Oil&gas preme per il rilancio

Resto del Carlino – 10 Settembre 2019

NEL DISTRETTO oil&gas ravennate migliorano i fatturati, peggiora l’occupazione. A fine 2018 il fatturato complessivo delle aziende è stato di…
Leggi l’articolo qui

Offshore, Nanni: “Preoccupati dalle parole di Conte. C’erano state altre promesse”

Ravenna Web Tv – 10 Settembre 2019

“No a nuove concessioni per le trivellazioni” le parole del premier Giuseppe Conte destano preoccupazione nel mondo imprenditoriale ravennate legato al settore offshore. A ribadirlo è Franco Nanni, presidente del Roca…
Leggi l’articolo qui

Stop alle trivelle, i colossi Oil & Gas in fuga dall’ Italia

MF – 10 Settembre 2019

Le paure delle aziende italiane Oil&Gas sono più reali da ieri, da quando nel suo discorso della Camera il presidente del Consiglio…

Leggi l’articolo qui

Trivelle: Roca,Con Stop Concessioni Aziende Più In Difficoltà

ANSA – 09 Settembre 2019

Sul fronte delle concessioni per estrazioni di idrocarburi «avevamo espresso le nostre preoccupazioni pochi giorni fa. Ora le parole del premier Conte sulla volontà…

Leggi l’articolo qui

INTERVISTA DEL MESE: PARLA FRANCO NANNI, PRESIDENTE DEL ROCA

OILGASNEWS.IT – 31 Luglio 2019

Le aziende del distretto offshore di Ravenna sono sempre più concentrate sul mercato estero, dove si registra una tenue ma avvertibile ripresa rispetto agli anni scorsi, mentre in Italia tutto resta fermo a causa delle politiche dell’attuale esecutivo, che starebbero di fatto franando anche la partenza dell’annunciato piano di investimenti dell’Eni in Adriatico.

Di questo, e di altro, OilGas News ha parlato con Franco Nanni, Presidente del ROCA (Ravenna Offshore Contractor Association).

Presidente Nanni, come si è chiuso il 2018, e come è iniziato il 2019, per il distretto offshore di Ravenna, sia a livello di occupazione che di fatturato aggregato del comparto?

Il 2018 si è concluso con un leggero aumento del fatturato dovuto alla tenue ripresa delle attività in tutto il mondo. Purtroppo invece è diminuito leggermente il livello occupazionale in quanto essendo il fatturato prevalentemente per commesse all’estero, spesso in molte nazioni viene richiesto una componente occupazionale locale.

Quindi possiamo dire che il trend negativo degli scorsi anni stia subendo una svolta?

Si, come detto nel mondo si sta riscontrando una tenue ripresa. Purtroppo la concorrenza è sempre più agguerrita e molte aziende pur di lavorare prendono i contratti a volte anche in perdita. Stiamo purtroppo assistendo alla chiusura di molte aziende, perdendo una esperienza tecnologica acquisita in tanti anni.

Che impatto ha avuto, sul settore e sulle aziende aderenti al ROCA, lo stop alle nuove perforazioni offshore in acque nazionali imposto dal Governo?

A dire il vero erano ormai decenni che in Italia non si facevano investimenti nell’offshore italiano. Quindi il decreto 11 ter non fa altro che prolungare il fermo degli investimenti in Italia. L’assurdo è che si vuole fare credere che non si produce in Italia per passare alle fonti non fossili. Mentre, in realtà, L’Italia non produce il suo gas per importare dall’estero il nostro fabbisogno: ciò significa che spendiamo di più e inquiniamo di più, considerando nel trasportare il gas dall’estero ne bruciamo il 20 – 30 % per pomparlo.

Il piano di investimenti da 2 miliardi annunciato dall’Eni per l’Adriatico, sta proseguendo? A che punto è?

Purtroppo non è mai decollato e stando la situazione attuale non credo che possa partire. Dobbiamo considerare che l’azionista di riferimento dell’ENI è lo stato italiano, in particolare il MISE che dipende dall’on. Di Maio e sappiamo quale sia la posizione del movimento 5 Stelle: “NO su tutto!”. E non mi sembra che decolli nemmeno il decommissioning delle piattaforme non più in funzione. Siamo allo stallo, la condizione peggiore per ogni imprenditore.

Cosa chiedete, come associazione, al Governo?

Durante l’ultimo OMC abbiamo consegnato al Sottosegretario Giorgetti una proposta di modifica l’assurdo art .11 ter inserito nel decreto semplificazioni. Il Sottosegretario ha dichiarato di avere compreso l’importanza del gas italiano e anche del nostro settore: ha quindi assicurato che farà ripartire le attività a breve. Noi ci speriamo!

Molti vostri associati lavorano, ormai, soprattutto all’estero: quali sono, dal vostro punto di vista, i mercati più promettenti?

Per tradizione, il distretto energetico di Ravenna, leader nel mondo, opera a livello internazionale. Siamo in Kazakistan, in Messico, nel bacino del Mediterraneo, in Mozambico dove abbiamo aperto una sede ROCA. Abbiamo un patrimonio di professionalità e tecnologia che soltanto l’Italia ormai non riesce a sfruttare nel proprio interesse.

FONTE: OILANDGASNEWS

Intervento contro il blocco trivelle

Resto del Carlino – 17 Aprile 2019

Un emendamento a firma di parlamentari della Lega Nord da inserire nel Decreto Crescita…

Leggi l’articolo qui

Roca all’ OMC 2019

Ravenna – 27-28-29 marzo 2019

Roca a fianco del settore energetico Omc 2019 vetrina internazionale

OMC 2019- 20 Marzo 2019

Il presidente Franco Nanni: “Importanti riserve di gas in Mediterraneo, una ricchezza per tutti”

Leggi l’articolo qui

Intervista con Franco Nanni, presidente dell’Associazione dei contrattisti offshore di Ravenna (ROCA)

Rimini News 24- 20 Marzo 2019

A colloquio il presidente dell’Associazione dei contrattisti offshore di Ravenna (ROCA), Franco Nanni.

La prossima settimana inizierà OMC. Qual è il tema principale di OMC 2019?

“L’edizione 2019 dell’Offshore Mediterranean Conference and Exhibition (OMC) affronterà il tema “Espansione delle energie mediterranee per alimentare la crescita regionale”. Ciò significa che le nuove scoperte nel Mediterraneo orientale e meridionale stanno offrendo opportunità non solo alle compagnie petrolifere e del gas, ma anche all’economia dell’intera regione del Mediterraneo. Le Aziende della nostra associazione ed in generale tutti i contrattisti Italiani del settore Oil&Gas guardano con interesse le esplorazioni in acque profonde in Mediterraneo….

Leggi l’articolo qui

Per l’energia italiana accendiamo il buon senso

Ravenna – 16 marzo 2019

La verità sull’ energia in Italia

Corriere Romagna – 15 MARZO 201 9

E’ stata approvata la legge “no triv ” il cui intento è bloccare le attività di ricerca e sfruttamento dei giacimenti nazionali di idrocarburi.

Leggi l’articolo qui

L’Omc “esiliata”dal ministero si presenta ad Assomineraria

Corriere di Romagna- 27 Febbraio 2019

Il chairman della manifestazione conferma l’indisponibilità della sede dove si era sempre svolto l’evento che tiene a battesimo la fiera.

Leggi l’articolo qui

Pini alle imprese dell’oil&gas : «Un tavolo per un piano energetico»

Resto del  Carlino – Sabato  23 febbraio 2019

L’INIZIATIVA IL PRESIDENTE DELLA LEGA NORD ROMAGNA: «DOBBIAMO PREDISPORRE UNA SERIE DI LINEE GUIDA»

Leggi l’articolo qui

«L’offshore è già in crisi, ora il blocco delle estrazioni sarà la mazzata decisiva»

Corriere di Romagna – Mercoledì  13 febbraio  2019

Per il Roca l’utilizzo delle riserve di gas ridurrebbe l’inquinamento e aumenterebbe i posti di lavoro

Leggi l’articolo qui

« L’offshore è già in crisi, ora il blocco delle estrazioni sarà la mazzata decisiva»

Corriere di Romagna – 13 Febbraio 2019

Per il Roca l’utilizzo delle riserve di gas ridurrebbe l’inquinamento e aumenterebbe i posti di lavoro.

Leggi l’articolo qui

Trecento ravennati: «Il gas siamo noi»

Resto del Carlino – 10 Febbraio 2019

Massiccia partecipazione alla manifestazione a Roma contro il Governo

Leggi l’articolo qui

Gli industriali «sì triv» nel corteo a Roma

Corriere di Bologna – 10 Febbraio 2019

Da Ravenna contro il governo insieme ai sindacati. Bellettini:«Siamo preoccupati allo stesso modo».

Leggi l’articolo qui

Una manovra a tenaglia per l’ultimo assalto al governo

Ravenna – Febbraio 2019

Lo dice chiramente De Pascale.

Leggi l’articolo qui

Sindacati in piazza per il lavoro «Il Governo cambi o sbatterà»

Il Sole 24 Ore – 10 Febbraio 2019

Cgil, Cisl e Uil. L’appello per rilanciare crescita e occupazione. Landini: «Più investimenti, non ci fermeremo». Furlan: «Noi siamo il mondo reale». Barbagallo: «Aspettiamo che ci convochino».

Leggi l’articolo qui

In Adriatico c’è possibilità di nuovi investimenti

Resto del Carlino – 27 Gennaio 2019

Con la ripresa della produzione energetica importanti ritorni occupazionali ed erariali Investimenti per fare crescere l’Italia!

Leggi l’articolo qui

Industriali in piazza con i sindacati

Roma – 10 febbraio 2019

Migliaia a Roma contro il governo, fra loro gli imprenditori ravennati delle trivelle

Leggi l’articolo qui

«Trivelle, si perderanno 6mila dipendenti»

Resto del Carlino – 27 Gennaio 2019

Cgil: «Se non si aprono nuovi pozzi e non si fa manutenzione il settore sparirà»

Leggi l’articolo qui

Ravenna, sindacati e industria alleati contro le norme no-triv

Il Sole 24 Ore – 30 Gennaio 2019

A rischio almeno cinquemila posti di lavoro sugli ottomila attuali

Leggi l’articolo qui

Salvini: la Tav si deve fare, un progetto per tagliare i costi

Il Sole 24 Ore – 27 Gennaio 2019

Lo scontro e i tempi. La decisione del governo va presa a febbraio perché i bandi devono partire per aprire i cantieri entro fine anno ed evitare di risarcire i francesi (che non daranno altre proroghe)

Leggi l’articolo qui

Trivelle e legittima difesa: M5S sabota la Lega

Libero – 25 gennaio 2019

Tra i due partiti della maggioranza è scontro a tutto campo. Il Carroccio: «Siamo stanchi dei “no” grillini, ora bisogna fare»

Leggi l’articolo qui